Cinema Teatro Nuovo

VARESE – Viale dei Mille, 39

Norme sanitarie ed accesso alla sala

Non abbiamo attivato un servizio di prevendita online e non stiamo prendendo prenotazioni.
In tempi normali la capienza massima del Cinema Nuovo è di 450 spettatori, quindi, anche con le norme anti-covid, avremo a disposizione un buon numero di posti (circa 200).
La cassa aprirà 45 minuti prima dell’inizio del primo spettacolo della giornata. Consigliamo di arrivare con anticipo rispetto all’orario di inizio della proiezione.

Ci saranno protocolli da rispettare rigorosamente, sia da parte nostra, sia da parte degli spettatori, per garantire la sicurezza sanitaria di tutti.

Regole base:
– igienizzare le mani all’ingresso;
– mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro;
– sedersi solo nei posti senza il cartello di divieto; per i nuclei familiari, i conviventi e le persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale, ci sarà un addetto del personale a cui rivolgersi;
– tutti gli spettatori devono sempre indossare la mascherina (anche durante la proiezione). Le mascherine devono essere chirurgiche o FFP2.

Grazie per il rispetto di queste regole.

Il nostro ufficio resta a disposizione per eventuali chiarimenti.

giovedì 13 maggio – ore 19.30

NOMADLAND

di Chloé Zhao – USA 2020, 108
con Frances McDormandDavid StrathairnLinda May

Empire, stato del Nevada. Nel 1988 la fabbrica presso cui Fern e suo marito Bo hanno lavorato tutta la vita ha chiuso i battenti, lasciando i dipendenti letteralmente per strada. Anche Bo se ne è andato, dopo una lunga malattia, e ora il mondo di Fern si divide fra un garage in cui sono rinchiuse tutte le cose del marito e un van che la donna ha riempito di tutto ciò che ha ancora per lei un significato materico. Vive di lavoretti saltuari poiché non ha diritto ai sussidi statali e non ha l’età per riciclarsi in un Paese in crisi, e si sposta di posteggio in posteggio, cercando di tenere insieme il puzzle scomposto della propria vita.

Leone d’Oro al Festival di Venezia 2020

Vincitore di 3 premi Oscar 2021: miglior film, miglior regia a Chloé Zhao, miglior attrice protagonista a Frances McDormand

venerdì 14 maggio – ore 19

sabato 15 maggio – ore 16 e ore 19

domenica 16 maggio – ore 10, ore 16 e ore 19

PRIMA VISIONE

MINARI

di Lee Isaac Chung – USA 2020, 115
con Steven Yeun, Yoon Yeo-jeon, Alan Kim

Tutto ha inizio quando Jacob, immigrato coreano, trascina la sua famiglia dalla California all’Arkansas, deciso a ritagliarsi la dura indipendenza di una vita da agricoltore negli Stati Uniti degli anni ’80. Sebbene Jacob veda l’Arkansas come una terra ricca di opportunità, il resto della sua famiglia è sconvolto da questo imprevisto trasferimento in un fazzoletto di terra nell’isolata regione dell’Ozark. L’arrivo dalla Corea della nonna, donna imprevedibile e singolare, stravolgerà ulteriormente la loro vita. I suoi modi bizzarri accenderanno la curiosità del nipotino David e accompagneranno la famiglia in un percorso di riscoperta dell’amore che li unisce.

Prodotto da Brad Pitt.
Premio Oscar come Miglior attrice non protagonista a Yoon Yeo-jeon. Miglior film in lingua straniera ai Golden Globes. Premio Bafta per la Migliore attrice non protagonista a Yoon Yeo-jeon. Independent Spirit Awards come Miglior attrice non protagonista a Yoon Yeo-jeon. Vincitore del Gran Premio della Giuria e del Premio del pubblico al Sundance Film Festival.

venerdì 14 maggio – ore 21.10

sabato 15 maggio – ore 18.10 e ore 21.10

domenica 16 maggio – ore 12.10, ore 18.10 e ore 21.10

PRIMA VISIONE – Versione originale con sottotitoli italiani

THE HUMAN VOICE

di Pedro Almodóvar  – USA/Spagna 2020, 30
con Tilda Swinton

Una donna vede passare le ore accanto alle valigie del suo ex amante (che verrà a riprenderle, ma non arriva mai) e a un cane irrequieto che non si capacita che il suo padrone lo abbia abbandonato. Due esseri vivi di fronte all’abbandono. Durante i tre giorni dell’attesa, la donna è uscita di casa solo una volta per comprare un’ascia e una latta di benzina.
La donna passa attraverso tutti gli stati d’animo, dalla desolazione alla disperazione e perdita di controllo. Si trucca, indossa un abito nuovo come per una festa, valuta l’idea di buttarsi dalla terrazza, fino a quando il suo ex amante la chiama al telefono, ma lei è incosciente perché ha mandato giù un cocktail di tredici pasticche e non può rispondere al telefono. Il cane la sveglia leccandole il viso. Dopo una doccia fredda, rianimata da un caffè nero, come il suo stato d’animo, il telefono torna a squillare e lei può rispondere.

Liberamente basato sull’opera di Jean Cocteau.

INGRESSO UNICO € 3,00

INGRESSO

Feriale: € 6,50 / ridotto € 5,00
Prefestivi e festivi: € 7,50 / ridotto € 6,00

THE HUMAN VOICE: ingresso unico € 3,00

*EVENTI SPECIALI / Rassegna CINEMA & STORIA / NOTE DI SCENA: € 7,50 / ridotto € 6,00

Ridotto soci Filmstudio 90 under 25: € 3,00 (tutti i giorni, tranne rassegna CinemaKids)