#FILMSTUDIONONSIFERMA

Nonostante la chiusura dei nostri spazi, #filmstudiononsiferma e vi offre una proposta culturale online!
Seguiteci su Facebook, ogni giorno un consiglio e una storia da scoprire 📽

I PREDATORI DEL FIUME AZZURRO di Eugenio Manghi
Italia, 2006, 51′

Si tratta del primo documentario realizzato da Eugenio Manghi, che da anni collabora con noi per la rassegna Di Terra e di Cielo.
Le riprese sono state realizzate a fine anni ’90, con la collaborazione del fotografo Paolo Fioratti, con immagini sia in analogico che in digitale, seguite da un lungo lavoro di postproduzione.

Il film è vincitore del Dragone d’Oro 2006 al International Scientific Films Festival di Pechino e dello Stambecco d’Oro 2007 al Valle d’Aosta International Nature Film Festival.

 

BLOOM MOVIE di Filippo D’Angelo, con riprese di Ezio Riboni
Italia, 2017, 82′

Un docufilm appassionato che racconta i 30 anni del Bloom di Mezzago, locale attento alla scena underground indipendente, al cinema e alle arti.

Il film era stato proiettato a Filmstudio all’inizio del 2019: per chi se lo fosse perso, ecco l’occasione per recuperarlo!

 

SERGIO BASSO PER FILMSTUDIO90
Consigli di visione
Sergio Basso, regista che il nostro pubblico ha conosciuto in occasione delle presentazioni a Varese dei suoi film Giallo a Milano e Amori elementari, ha raccolto l’invito a partecipare alla nostra iniziativa coinvolgendo gli studenti del suo workshop di sceneggiatura, organizzato da Cineclub Venezia.
Ecco quindi 11 consigli di visione da undici ragazzi, undici cinefili diversi, che si mettono in prima linea e condividono le proprie passioni.

 

HASANKEYF – WAITING LIFE di Mauro Colombo
Italia, 2009, 25′

Hasankeyf, Turchia sud-orientale. Un antico villaggio condannato ad essere sommerso sotto 30 metri d’acqua a causa della costruzione di una diga. Cinquemila abitanti costretti andarsene, lasciando la loro terra, la terra dei loro padri, dei loro antenati.

Mauro Colombo è un regista varesino che attualmente vive e lavora a Panama. Ha partecipato a diversi progetti come regista e direttore della fotografia in Paesi dell’America Latina e del mondo. Tra questi abbiamo: Tierra Adentro, El Cruce, 24/12, Olona – A River.

 

FIUMANA di Julia Gromskaya
Italia, 2012, 5′ 27”

Una ragazza alla finestra guarda il passare del tempo, il valzer delle stagioni, in attesa del suo uomo.

Julia Gromskaya è cresciuta artisticamente con i maestri dell’animazione russa e ucraina e nel 2006 si è trasferita in Italia dove ha cominciato a muovere i primi passi nel campo dell’animazione e dell’illustrazione. In pochi anni i suoi cortometraggi sono stati selezionati nei Festival di tutto il mondo. http://www.juliagromskaya.it/

La colonna sonora è stata realizzata da Francesca Badalini, attivissima pianista milanese, che il pubblico di Filmstudio ha già incontrato in occasione della sonorizzazione di film muti dal vivo.

 

AUBURN di Isa Tonussi
Italia, 2019, 7′

Realizzato da un gruppo di ragazzi di Filmhub90 e in buona parte girato negli spazi di Filmstudio 90 durante la scorsa estate, racconta la presa di coscienza di Isabelle, giovane cinefila e videomaker.

Buona visione, con la speranza di poter presto tornare nelle nostra amata saletta!

 

BOCCACCIO ’20 di José Joaquín Beeme
Italia, 2020, 1′

Proviamo ad immaginare come sarà la nostra vita quando tutto questo sarà finito…
Attraverso iconiche locandine e musiche di grandi film del passato, vi mandiamo un messaggio di speranza per il futuro.

Ringraziamo José di Fundación del Garabato (https://www.youtube.com/user/jjbeeme) per la realizzazione del video e a Francesco Maggioni (https://www.instagram.com/fraprosdoketon/) e Catherine Jane Almendrala per le loro bellissime voci!

 

DI TUTTI I COLORI di Alice Clerici
Italia, 2018, 16′

La mattina che precede il matrimonio di Bianca e Bruno, diversi imprevisti mettono in crisi tutte le coppie coinvolte nei preparativi, compresi gli sposi…

Alice Clerici è una giovane videomaker diplomata all’ Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni di Busto Arsizio. Quello che vi presentiamo è il suo progetto di fine percorso!

 

L’ANSIA DEL GIALLO di Viola Folador
Italia, 2017, 20′

Per Sam la felicità è il colore giallo.
E Sam ha deciso che questo è un giorno importante…
Ricordi, ferrovie, orologi, un mago, vite, intrecci, fili, risate sguaiate, lunghi silenzi. Una vecchia stazione e una vecchia macchina da scrivere.

La giovane regista varesina Viola Folador, torna a lavorare sul territorio di Varese con un’opera delicata ed emozionante. Girato tra Ghirla e Somma Lombardo, il cortometraggio prevede un cast di tutto rispetto con maestri di teatro come Chicco e Betty Colombo, e attori come il comico Giancarlo Ratti e la varesina Valeria Colombo, che ha lavorato anche con Paolo Virzì.

 

LA FUNE di Alessandro Leone
Italia, 2005, 14′

Un apologo sul dialogo tra culture diverse che corre sul filo teso tra due balconi.
La fune è un film che ti riempie il cuore d’amore, assolutamente da non perdere!

Il pluripremiato cortometraggio* è tra le prime opere di Alessandro Leone (Storie di Pietre e Fuori Scena), socio attivo e sostenitore dell’associazione Filmstudio 90 da oltre vent’anni! 

* Premiato al Concorso internazionale “Altri sguardi”, 56° Premio Marzocco al Festival di Valdarno, Secondo Premio, sezione fiction, al 4th Festival Film Makers of Tallinn, Premio Speciale della Giuria al Mediterraneo Film Festival

 

FINAL CUT * di György Pálfi
Ungheria 2012, 85′

Scopriamo un film unico, realizzato con gli spezzoni di 451 pellicole della storia del cinema internazionale.
Una sfida per i cinefili: riuscite a riconoscere tutto?

Grazie a Film Tv per il suggerimento: “ispiratevi all’ungherese Gyorgy Palfi, che con Final Cut – Ladies and gentleman ha montato un film d’amore colmo di thrilling, usando uomini e donne, attori e attrici, di tutta la storia del cinema”

* sottotitoli in ungherese ma le immagini parlano da sole!

HEY, A FLOWER! di Carlo Maria Baranzini
Italia 2015, 2′ 30″

Una fugace analisi di un amore sbocciato in un campo di fiori morti, una dedica alla meraviglia del contrasto, alle dinamiche del sogno e della realtà, mondi lontani stretti in un perenne abbraccio.

Il cortometraggio nasce come video installazione ideata dal giovane Carlo Maria Baranzini, artista e videomaker di Angera.
I suoi mezzi? “Fotografia, scrittura, regia, canali che utilizzo per convogliare impressioni, sensazioni, ospitarvi in camere con vista sull’infinito reame della fantasia o, se volete, dell’ispirazione.”

 

THE LOST SONG di Giacomo Coerezza
Italia, 2018, 18′

Un esploratore proveniente da un altro pianeta, Il Cercatore, assieme alla sua I.A. Adhara, esplora una Terra prossima alla catastrofe allo scopo di trovare segni di vita intelligente. Ciò che scoprirà cambierà totalmente la sua esistenza.

Il cortometraggio tutto varesino ci racconta l’incontro tra civiltà ed epoche lontane, girato tra il Sacro Monte e le grotte della Valganna

 

IL PITTORE DEL MONDO di Alessandro Scillitani
Italia 2019, 20′

Maurizio Benvenuti è un geografo e cartografo, coinvolto in un’idea pazzesca: realizzare un gigantesco Globo Terrestre.

In un periodo in cui sperimentiamo più del solito la bidimensionalità degli schermi, il regista Alessandro Scillitani ha scelto di  condividere con noi questo piccolo gioiello per ricordarci del fascino della tridimensionalità del globo.

 

MOVIE RIDER – COME IL SILENZIO di DELTA
Giardini Estensi di Varese, 2017

Facciamo un salto nel passato della nostra associazione e ritroviamo la prima edizione di Movie Rider! Era l’estate 2017 e un gruppo di giovani videomaker varesini veniva chiamato a raccolta per realizzare alcuni videoclip tratti dal nuovo album dei DELTA Δ.

I DELTA sono un gruppo progressive rock italiano, originario di Varese. Con più di 30 anni di carriera all’attivo, sono una delle realtà musicali più longeve del territorio. La passione comune per il progressive, specialmente quello italiano degli anni ’70, ha influenzato radicalmente il loro sound nel corso degli anni.

 

TIME LAPSE di Pietro Di Bari
Italia 2018, 20′

Un giovane fotografo cerca di emergere nel mondo della moda, ma è in conflitto con i tempi moderni e con la tecnologia: scatta ancora in pellicola e persegue uno stile considerato ormai superato. Un giorno, raccogliendo materiale in un parco, si troverà davanti a una verità inaspettata….

Il cortometraggio è un omaggio a Blow Up di Michelangelo Antonioni ed è stato auto-prodotto, scritto e diretto in Aprile 2017 a Gallarate.

LUNA di Arianna Beraldo
Italia 2019, 4′ 33”

A causa di un trasloco, un bimbo non può più vedere la sua amata. Escogita quindi un piano di “fuga” per andare a salutarla un’ultima volta…

Realizzato per il premio Gianfranco Brebbia “Luna, tra alchimia e magia”.
Arianna è una socia attiva in Filmhub90, così come Giulia (animazioni), Martino (montaggio e fotografia), Alessandro ed Enrico che hanno partecipato alla realizzazione del cortometraggio.

370 NEW WORLD di Marcantonio Lunardi
Italia 2014, 5′ 07”

Un’opera sulla nuova solitudine creata dalla crisi economica e sociale. L’isolamento umano che si manifesta allo spettatore fa ormai parte della vita quotidiana di molte persone…

Marcantonio Lunardi è diplomato in regia documentaristica e dal 2001 si occupa di documentazione sociale e politica lavorando a installazioni, documentari e opere di videoarte. Vive e lavora, per sua scelta, nel villaggio di montagna di Bagni di Lucca.

LA POMPIA di Marco Traverso
Italia 2019, 13′

Due fratellastri affrontano assieme la fine dell’estate prima di rientrare a casa…

Il cortometraggio è auto-prodotto, diretto e fotografato nell’Ottobre 2018 in Gallura.

HARAFI di Chiara Rossi
Italia 2019, 5′ 27″

Un’esistenza bloccata fra il passato e il presente. Il limbo di chi crede, di chi VUOLE migliorare la propria condizione…
Come si può non ricordare che tutto ciò è appartenuto, e appartiene tutt’ora, anche a noi? “Questa lettera parla di adesso.”

Realizzato in collaborazione con l’ente SPRAR di Piacenza e la Cooperativa Sociale Onlus Ippogrifo, che ha seguito Victoria, Mamadu e Modibo.

I RAGAZZI CHE HANNO SCELTO LA NATURA di Marco Tessaro
Italia, 2019, 30′

310 giovani volontari dell’European Solidarity Corps si sono uniti alla LIPU nel progetto europeo Life Choose Nature, per proteggere otto specie di uccelli minacciate e tutelare la natura. Due anni di intenso lavoro, tra azione sul campo e comunicazione, che ha permesso ai ragazzi di acquisire esperienza e sensibilità, rafforzare il senso di appartenenza alla casa comune europea e capire quanto sia bello e importante, umanamente e professionalmente, “scegliere la natura”.